fbpx

HF510: CALORE E STABILITA’

HF510: CALORE E STABILITA’

HF510 è una finestra destinata a far parlare molto di sé nel settore. Eredita una tecnologia che rende alcuni modelli Internorm davvero unici sul mercato, che si chiama I-tec Core. Trattandosi di una finestra in legno/alluminio, HF510 è costruita con un profilo realizzato in legno impiallacciato, in cui le lamelle di legno incollato formano un corpo estremamente robusto, con la stessa tecnica costruttiva che viene utilizzata per realizzare le capriate in legno.

Questo consente di avere una finestra in legno estremamente stabile, rigida e robusta, consentendo quindi di limitare lo spessore del profilo anche quando si realizzano porte finestre di grandi dimensioni.

Il risultato è una quantità di luce nell’ambiente molto superiore a quella di una finestra tradizionale, con un design dell’anta particolarmente slanciato ed elegante. La bellezza dei legni pregiati che si possono scegliere per il rivestimento della finestra sul lato interno della casa fa poi il resto, dando la possibilità di trovare l’essenza più vicina agli arredi più di pregio che possiamo avere nella nostra casa, ai pavimenti più belli e agli oggetti importanti che possediamo.

L’esterno in alluminio protegge al meglio la finestra, rendendola inattaccabile dagli agenti chimici e atmosferici, il che rende il colore che scegliamo particolarmente resistente e bello nel tempo.

HF510 offre poi tutto il meglio della produzione Internorm, e cioè il triplo vetro incollato su tutto il perimetro della finestra, per un isolamento al top e la sicurezza dagli attacchi del vento e di malintenzionati, le tre guarnizioni e il granulato o la termoschiuma di isolamento, per ottenere il massimo risparmio energetico, la garanzia di 30 anni sulla funzionalità del serramento, che consente di avere le finestre perfettamente efficienti per lunghissimo tempo.

La ferramenta è nascosta come su tutti i modelli Internorm, offrendo così un’estetica perfettamente lineare e una maggiore sicurezza del serramento.

Guarda il video su You Tube